WORKSHOP SU INCLUSIONE ROM, SINTI E CAMINANTI

 

 

Il Centro Ambrosiano di Solidarietà (CeAS) Onlus e l'Associazione 21 Luglio, promuovono un workshop dedicato allo stato di attuazione della Strategia nazionale di inclusione di rom, sinti e caminanti approvata dal Governo Italiano nel 2011. L'evento si terrà a Milano, il 27 ottobre al mattina presso Palazzo delle Stelline.
Il Workshop è Inserito all'interno del progetto europeo PAIRS ( http://it.pairs-see.net/) di cui siamo partner con Associazione Opera Nomadi Milano.

L’incontro sarà l'occasione per presentare la ricerca “La tela di Penelope” che è stata realizzata dall'Associazione 21 Luglio in collaborazione con la Roma Decade for Social Inclusion e che valuta quanto è stato fatto in Italia per le comunità rom nei due anni successivi l'approvazione della Strategia nazionale. 

 

 

 

 

 

IN FESTA 2014 II

 

SCARICA IL VOLANTINO

 

 

 

 

 

 

               

             

           AL NORD LA MAFIA NON CI RISULTA

Venerdì 16 maggio alle ore 18,00 all’Archivio di Stato di Rovigo terzo incontro della rassegna "Tra memoria e futuro" organizzata dal Centro Francescano di Ascolto con il contributo della Fondazione Banca del Monte. Sarà presente Enzo Ciconte, docente di storia della criminalità organizzata dell’Università Roma Tre, all'Università degli Studi dell'Aquila, e autore, tra l’altro, dei libri “Politici (e) malandrini” - "Le proiezioni mafiose al nord" - "Le costanti mafiose"; a condurre l’incontro Roberto Tommasi, coordinatore provinciale di Libera Rovigo.

 

Per info:

Centro Francescano di Ascolto

 tel. 0425200009

www.centrofrancescanodiascolto.it

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  

 SCARICA LA LOCANDINA

 

 

 

 

 

 

 

 

wefree3ppt
 Il progetto WeFree, portato avanti dalla Comunità San Patrignano col sostegno del Ministero dell'Istruzione, del Dipartimento Nazionale Antidroga e altri enti, prevede un ampia rete di interventi di prevenzione sul territorio nazionale. L'evento WeFree Days, che ogni anno dà il via alle attività, si articolerà in due giornate, 11-12 ottobre, dedicate a tematiche relative alla tossicodipendenza e al disagio sociale giovanile.
 Clicca qui per scaricare il programma dell'evento WeFree
Clicca qui per scaricare l'invito dell'evento WeFree

 

 

 

 

 

 

titolo bando NEW 4 SMALL

 

E' attiva la seconda fase della procedura per l'adesione alla manifestazione di interesse 2013.

Tale fase prevede:


- la compilazione del file excel con i dati economici relativi al periodo 01/07/2012 al        30/06/2013 pagati, inevasi o ceduti al 30/09/2013 

      
- l'inserimento del file excel nel portale liferay per l'elaborazione automatica

E' fondamentle aver letto con cura la guida per completare correttamente la procedura.

La seconda fase si chiude lunedì 2 dicembre 2013.

 

 

Scarica i seguenti documenti necessari per la II fase: 


- Guida alla compilazione (clicca per il download)

 

 File Excel (clicca per il download)


- Elenco Aziende Sanitarie (clicca per il download)

  


Clicca qui per accede al portale liferay e inserire il file excel

 

 

 

 

 

 

titolo bando 3 light

 

Dal 1 al 20 ottobre 2013 si riapre la procedura on line per l'adesione alla manifestazione d'interesse al progetto Comunitalia finanziato dal Dipartimento Politiche Antidroga.

  

La procedura on line sarà articolata in due fasi:

1a fase) Raccolta dei dati anagrafici delle sedi autorizzate a partecipare.
2a fase) Raccolta dei dati economico-finanziari.


Nel bando sono descritte nel dettaglio le modalità e i termini di partecipazione. Clicca sui link in basso per aderire al progetto.

 

download 2 light

Manifestazione di Interesse 2013 - Conferme adesioni
Manifestazione di Interesse 2013 - Nuove adesioni

 

 

 

.

  

 

wefree3ppt
 Il progetto WeFree, portato avanti dalla Comunità San Patrignano col sostegno del Ministero dell'Istruzione, del Dipartimento Nazionale Antidroga e altri enti, prevede un ampia rete di interventi di prevenzione sul territorio nazionale. L'evento WeFree Days, che ogni anno dà il via alle attività, si articolerà in due giornate, 11-12 ottobre, dedicate a tematiche relative alla tossicodipendenza e al disagio sociale giovanile.
 Clicca qui per scaricare il programma dell'evento WeFree
Clicca qui per scaricare l'invito all'evento WeFree

 

 

 

 

Comunità terapeutiche: rette sballate e crediti per 40 milioni (da "Redattore Sociale", 20/06/2013)

Primo bilancio per Comunitalia, organismo associativo unitario delle
principali reti. Il presidente Pieretti: “Sulle rette le regioni fanno quel che
vogliono. In Trentino sono 146 euro al giorno, nel Lazio solo 38: è follia"

 

20 giugno 2013


ROMA – Rette diverse da regione a regione e debiti delle Asl verso alcune comunità
terapeutiche che superano i 40 milioni, mentre il numero di chi chiede aiuto resta
costante e il fenomeno delle dipendenze diventa sempre più complesso. A tre anni dalla
nascita, è questo il primo bilancio di Comunitaria, un organismo associativo unitario che
riunisce le principali reti e coordinamenti nazionali e regionali a cui aderiscono le
comunità terapeutiche accreditate e autorizzate in ambito sanitario. Un quadro della
situazione che verrà presentato domani durante la conferenza stampa che si terrà
presso la sede della Stampa estera a Roma in vista della Giornata mondiale di lotta alla
droga, il 26 giugno.
Soddisfatto del lavoro svolto fino ad oggi, Giovanni Pieretti, presidente di
Comunitaria:“Quello che presenteremo domani è un bilancio importante – ha spiegato -
perché intanto siamo ancora uniti, visto che il sistema delle comunità italiane ha sempre
avuto degli attriti dovuti a anime e sensibilità diversissime. Che si sia riusciti a parlare per
tre anni senza dilaniarsi è un buon risultato”. Tuttavia, non mancano i nodi da sciogliere,
soprattutto al Sud Italia. “Alcune Asl devono più di 40 milioni di euro ad alcune comunità
e questo rischia di far saltare per area i servizi in un’area dove sono meno forti. Molti,
infatti, rischiano di chiudere”. Sofferenze distribuite in diverse regioni, ma tante sono
anche le esperienze virtuose, ha aggiunto Pieretti. “Il problema dei crediti che le
comunità vantano è il frutto di un sistema a macchia di leopardo che di più non si
potrebbe. Questo è un federalismo folle, ma la questione è legata anche ai difformi criteri
di accreditamento nelle singole regioni. Non ci sono due regioni che hanno gli stessi
criteri”.
Nel campo della cura per le dipendenze, secondo il presidente di Comunitalia le
differenza tra regione e regione sono enormi, tra cui spiccano quelle sulle rette. “Su
questo tema, le Regioni fanno quel che vogliono – ha spiegato Pieretti -. In Trentino
sono 146 euro al giorno, nel Lazio solo 38: è follia. Dobbiamo fare chiarezza: un cittadino
italiano non può essere così diverso da un altro. Io sono per l’autonomia regionale, ma lo
Stato non può demandare completamente alle regioni. Dovrà pur fissare un minimo e un
massimo entro cui le regioni possano declinare le proprie specificità”. Per Pieretti, infatti
è necessario fissare una “cifra indicativa nazionale che potrebbe essere tra i 60 e i 90
euro, così da restringere la forbice attuale”. Una richiesta, quella che verrà lanciata
domani dalle comunità terapeutiche, che si unisce anche ad un appello al governo.
“Occorre ricordare allo Stato che le comunità terapeutiche esistono e che nel momento
in cui agiscono sono lo Stato, non sono il privato – ha spiegato Pieretti -. Abbiamo
pensato di fare una conferenza stampa in vista della Giornata mondiale sulla droga per
dire che le comunità esistono, che hanno sul groppone la maggior parte degli utenti in
questo Paese, ma che spesso sono considerate figlie di un dio minore”. Utenti che,
secondo Pieretti, non sembrano diminuire ma provenire da fenomeno sempre più
multiforme. “Gli ingressi in comunità non sono diminuiti – ha detto Pieretti -. Il problema è
meno visibile, molto meno allarmante socialmente, ma è più strisciante, molto più diffuso
di prima e pertanto meno controllabile. Lo stile di vita dello sballo non è finito, si è
trasformato”. (ga)

Pubblicato il 20/06/2013 su :  http://www.agenzia.redattoresociale.it/

Associazione Comunitalia C.T. Via Di Bravetta 395, Roma